Associazione Istruzione Unita Scuola Sindacato Autonomo

IUniScuoLa Lombardia: Via Olona n.19-20123 Milano Tel/fax+390239810868



martedì 19 ottobre 2010

Convegno "CONCILIARE FAMIGLIA E LAVORO: UNA QUESTIONE DI PARI OPPORTUNITÀ"

Provincia di Cremona
Settore Lavoro, Istruzione e Formazione, Politiche Sociali



Martedì 26 ottobre 2010 - Teatro Monteverdi - Via Dante n. 149 - Cremona
La Provincia di Cremona - Settore Lavoro, Istruzione e Formazione, Politiche Sociali organizza un convegno in tema di conciliazione famiglia/lavoro e pari opportunità.
Il convegno conclude un percorso che ha visto il lavoro congiunto di diversi partner territoriali al fine di promuovere politiche di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e di sperimentare nel territorio provinciale servizi per la prima infanzia ispirati al modello tagesmutter, altamente flessibili e personalizzati, a sostegno delle famiglie e delle donne.
Il convegno è un'occasione di confronto e riflessione che coinvolge attori diversi del welfare locale e rappresentanti di altre realtà a livello lombardo, nell'intento di individuare un terreno di lavoro comune di cui investire il futuro Tavolo provinciale Famiglia Conciliazione e Solidarietà Sociale.
Per partecipare all'iniziativa è preferibile iscriversi entro il 21 ottobre 2010 utilizzando una delle seguenti modalità:
Iscrizione on-line compilando il modulo che trovi a questa pagina
Iscrizione via fax al n. 0372 406340
Materiale:
Scheda di iscrizione
Scarica la locandina
Scarica il programma

lunedì 18 ottobre 2010

Il decreto Brunetta sulla esenzione dalle visite fiscali: una nuova manna per l’assenteismo?(Avv. Luigi D'Angelo)

Come noto il 4 febbraio 2010 è entrato in vigore il decreto c.d. Brunetta (n. 206 del 18 dicembre 2009) relativo alla “Determinazione delle fasce orarie di reperibilità per i pubblici dipendenti in caso di assenza per malattia”; normativa che ha “inasprito” - rispetto alle pregresse previsioni normative - l’ampiezza delle fasce orarie in cui vige l’obbligo di reperibilità per il dipendente assente per malattia (dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 anche nei giorni non lavorativi e festivi).Ai fini di interesse è l’art. 2 di tale decreto, rubricato “Esclusioni dall'obbligo di reperibilità”. ai sensi del quale “Sono esclusi dall'obbligo di rispettare le fasce di reperibilità i dipendenti per i quali l'assenza e' etimologicamente riconducibile ad una delle seguenti circostanze: a) patologie gravi che richiedono terapie salvavita ; b) infortuni sul lavoro; c) malattie per le quali e' stata riconosciuta la causa di servizio; d) stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta”...
Avv. Luigi D'Angelo LaPrevidenza.it, 18/10/2010

Per saperne di Più, clicca QUi